Ristorazione, difficoltà senza precedenti: come e perché il marketing per la ristorazione è passato dalla padella alla brace e cosa puoi fare per non mandare in fumo i tuoi affari.

Non c’è alcun dubbio: dopo la crisi dovuta al Coronavirus, diversi comparti del settore economico hanno registrato un importante calo nel fatturato e il settore della ristorazione è tra quelli più in difficoltà. Persino le grandi catene di successo hanno fatto grande fatica non solo a riaprire, ma a riavere i propri clienti più fedeli, nonostante un marketing per la ristorazione più “forte” del tuo.

E’ arrivato il momento della verità per ogni proprietario di un ristorante o pizzeria. Adesso gli improvvisati avranno molti problemi. Non che quelli che fanno questo mestiere da anni, con passione e professionalità siano esenti…

Dico solo che, per alcuni sarà ancora più dura, soprattutto se in tutti questi anni non avete accantonato dei risparmi da reinvestire o da usare come cuscinetto per occasioni come queste.

Eh tu? Sei determinato a salvare i tuoi affari e stai cercando una via d’uscita? 

Bene, se sei alla ricerca di come rilanciare un ristorante in crisi, trovi qui qualche consiglio utile, maturato anche grazie alla consulenza svolta proprio negli ultimi mesi a dei ristoratori.

 

Come rilanciare un ristorante in crisi, la ricetta di un ristoratore veneto che vince anche senza una location centrale.

Si sa, nel mercato immobiliare così come nella ristorazione la posizione del locale è un elemento determinante.

Un locale siatuato in un punto di passaggio strategico ti permette di guadagnare anche se sei un improvvisato mi ha detto Tiziano V. ristoratore in un piccolo paese tra Rovigo e Padova. Loro (lui e la sua famiglia) invece hanno dovuto innovare e sapersi reinventare. Non l’hanno fatto semplicemente portando nei loro menu i famigerati prodotti di qualità, ma anche attraverso corsi e formazione fatta con i migliori maestri del territorio nazionale.

Del resto il ristornate di Tiziano è giunto fino alla quarta generazione.

“Come fai a far muovere le persone da casa, a farle guidare anche per 40-50 km e farle sedere alla tua tavola?”, gli ho chiesto.

Mi ha risposto: “Con Passione. Organizziamo eventi e serate a tema che hanno una forte attrattiva e questo ci dà la possibilità di farci conoscere dalla clientela che poi parla bene di noi.”

Ovviamente le cose non sono semplici. Gli eventi richiedono investimenti. Ma è proprio qui che sta la differenza fra un imprenditore che ha una missione e uno che invece si è improvvisato.

Anche il personale è un fattore determinante nel successo di un ristorante. Sempre più spesso mi sento ripetere dai ristoratori che si fatica a trovare del bravo personale.

Se i camerieri non sono ben formati contribuiranno a farti perdere i clienti.

Ecco che quindi, non basta fare marketing, anzi al contrario se prima non hai sistemato bene la tua attività dovresti proprio evitare di farti pubblicità.

Capita infatti che un buon marketing o semplicemente delle campagne pubblicitarie realizzate con intelligenza siano in grado di portarti clienti, ma se il tuo personale non è preparato, li rovinerà inevitabilmente contribuendo poi ad un passa parola negativo.

Questi sono solo alcuni esempi e considerazioni che riguardano il marketing per la ristorazione ovvero per tutte quelle attività che vanno dal ristorante alla pizzeria, dal pub alle paninoteche, dal bar alle enoteche ma c’è una sorpresa…

Quando pensi che il tuo locale sia ok, e pronto a ricevere clienti, puoi applicare la nostra ricetta speciale per farti conoscere e provare. Noi la chiamiamo Offerta Imbattibile.

Forse ti verrà da pensare che un’offerta imbattibile sia un piatto che offri ad un prezzo speciale, in sconto, ma non è così.

Offerta Imbattibile: la nostra ricetta a base di Marketing per la ristorazione senza prezzi bassi

Qui, NON stiamo parlando di attirare clienti con la formula del prezzo basso anche perchè in questo particolare periodo in cui molte persone sono impaurite di andare a “mangiare fuori”, fare prezzi bassi non è sufficiente e non è alla portata di tutti.

Così come per altri settori che differiscono dalla ristorazione, anche il tuo ristorante, il tuo pub o la tua pizzeria può avvalersi del nostro metodo che ti aiuterà a:

  • Differenziarti dalla Concorrenza;
  • Conoscere meglio il tuo pubblico e quindi…
  • comunicare efficacemente grazie ai social e non solo;
  • Conoscere e applicare gli elementi di influenza

tutto questo per aiutarti a selezionare una buona clientela che verrà a mangiare con te ancora ed ancora.

Ma prima di tutto, richiedi qui la tua consulenza marketing strategica e cerchiamo di capire quali sono i problemi che ha il tuo locale o come aumentare i clienti >> CLICCA QUI

I consigli di 3 professionisti di marketing per la ristorazione sulla gestione della crisi dei ristoranti. 

1) Take away e cibo da asporto 

Offrire il cibo da asporto presenta numerosi aspetti positivi: continui a vendere i tuoi prodotti, restando in contatto con i clienti. 

Può funzionare se hai molti clienti fedeli e sai come contattarli: la crisi ha rivelato quanti proprietari di ristoranti non avevano utilizzato correttamente i sistemi CRM e sottovalutato l’importanza di mantenere i contatti dei loro clienti. 

Patrick Wimble, amministratore delegato di Lightbulb Consulting, sottolinea che se decidi di continuare a operare con le restrizioni COVID-19, dovresti concentrarti sulla fidelizzazione dei tuoi clienti (ragione per il quale i prezzi bassi non ti salverenno).

Dovresti utilizzare tutti i canali di comunicazione disponibili (social media in primis) per far sapere alle persone che hai ancora qualcosa da offrire loro. 

Per quanto riguarda il lancio di un proprio sito web per gli ordini online, puoi contare su soluzioni rapide offerte da agenzie di marketing o fornitori di software per ristoranti. O cliccare direttamente su questo link per una soluzione dedicata

 

2) Prenditi questo tempo per trasformare il tuo ristorante

Quando l’attività funziona normalmente, proprietari e gestori sono coinvolti in migliaia di dettagli quotidiani. Con l’imprevisto sempre dietro l’angolo, pianificare in anticipo diventa una sfida. Sebbene ogni imprenditore desideri creare sistemi che rendano la propria attività più produttiva, la maggior parte di loro non trova mai il tempo per farlo. La crisi odierna motiva i ristoratori a smettere di procrastinare e a capire come salvare i loro ristoranti in fallimento. Adesso siamo in emergenza!

Roger Beaudoin, Personal Coach e Host del Podcast Restaurant RockStars, suggerisce che, se sei determinato a fidelizzare i clienti del tuo ristorante, dovresti utilizzare questa pausa operativa per introdurre sistemi adeguati nel tuo ristorante. Il consiglio di Roger è di iniziare a lavorare su: 

  • controllo dei costi e redditività 
  • ideazione di nuovi menu
  • formazione del personale
  • lavorare su tutte le leve che il marketing ha da offrire.

Ma cosa posso fare nella pratica?

I primi due punti sono fondamentali dal momento che molti ristoratori li sottovalutano. Puoi iniziare con un inventario dei tuoi prodotti: molto spesso i ristoranti hanno uno o due piatti forti nel loro menù. Analizza i gusti dei tuoi clienti e valuta se alzare il prezzo (senza esagerare) proprio di quei piatti. In sostanza, passa un po ‘di tempo ad analizzare il tuo menu e scoprire quali piatti ti portano più profitto e come vendono. Quindi, ridisegna il tuo menu per fare in modo che i tuoi clienti rimangano sempre soddisfatti. 

In secondo luogo, dovresti concentrare le tue energie sulla formazione del personale per eliminare le loro lacune, evidenziare i loro punti di forza e correggere i loro punti deboli. Il personale che si presenta per nome, ha una forte conoscenza del prodotto e del ristorante e suggerisce i “preferiti” in ogni fase del pasto, creerà clienti più felici e aumento delle vendite.

Infine, ammettilo. Dopo la riapertura è stato difficile riportare la tua attività in buona forma. Dovrai capire come sono cambiati i tuoi fattori chiave di vendita. Il tuo solito approccio al marketing e alla pubblicità potrebbe perdere la sua rilevanza e molto probabilmente non ti aiuterà a salvare il tuo ristorante. 

Se non sai da che parte girarti, forse un piccolo aiuto da parte nostra può esserti utile la nostra consulenza marketing

 

3) Cogli ogni opportunità per ricevere aiuti finanziari

Uno dei più grandi errori che un proprietario di un ristorante in fallimento può commettere è aspettare troppo a lungo per ottenere aiuto. Dovresti identificare e dare importanza alle priorità per finanziare la riapertura del tuo ristorante: vendere le risorse di cui la tua attività può fare a meno, ottenere prestiti, ecc.

Fred Stampone, consulente senior di ristoranti presso AccessPoint Group, sottolinea che sopravvivere ai tempi post-coronavirus può dipendere tanto dalla perseveranza e dal temperamento dei proprietari di ristoranti quanto dal loro acume finanziario, ospitalità e abilità culinarie. Nel momento in cui tutti stanno affrontando una situazione di panico, si consiglia di mantenere la calma, scoprire e utilizzare ogni sostegno finanziario fornito dal governo e dal settore privato per rilanciare le attività di ristorazione.

Riassumiamo…

In questo articolo abbiamo riportato i consigli di tre professionisti del settore della ristorazione per aiutarti a ripartire dopo il periodo di lockdown degli scorsi mesi. 

L’industria della ristorazione non sarà più la stessa. Se vuoi rimanere in attività, non hai altra scelta che costruire una solida strategia di marketing per il tuo ristorante e adattarti alla nuova realtà. 

Noi di Offerta Imbattibile possiamo aiutarti a farlo: clicca sul link e chiedici una consulenza a km 0 senza dover spendere nemmeno quanto un piatto di pasta preparato da Carlo Cracco 🙂

 

Lascia un commento